FULL BIO


Area-Articoli-LPCurriculum Vitae di Luca Poma

(Aggiornato a giugno 2021 – inizio attività professionali: 1990)

   

English version

Giornalista e scrittore, autore di libri, saggi e articoli, svolge attività come docente universitario e specialista in Reputation management, con interventi sia on-line che off-line basati su progetti di digital media strategy e comunicazione non convenzionale, responsabilità sociale d’impresa e prevenzione anticipata degli scenari di crisi. É Socio professionista della FERPI – Federazione Relazioni Pubbliche Italiana e dell’Unione Nazionale Medico-scientifica d’Informazione; è stato membro dal 2012 al 2020 del Direttivo del “Club Comunicazione d’Impresa” dell’Unione Industriale di Torino, presentando le proprie dimissioni dopo la trasformazione dell’ente in Club Confindustriale. È membro del gruppo di studio “Informazioni Non-Finanziarie, KPIs e premonizione delle crisi d’impresa per le PMI”, in seno all’Organismo Italiano di Business Reporting – Sustainability, Non-Financial e Integrated Reporting (O.I.B.R.), l’organismo di riferimento in Italia sulle tematiche connesse alla rendicontazione e disclosure delle informazioni non finanziarie e all’integrate thinking.

Relatore a centocinquanta congressi e seminari di studio, è Professore a contratto all’Università LUMSA di Roma, dove insegna alla prima Cattedra in Reputation Management, istituita in Italia nel 2016, e dov’è anche relatore di tesi sperimentali sulle strategie di comunicazione corporate e sulla rendicontazione integrata. È attualmente titolare dell’insegnamento in Comunicazione d’impresa e gestione della reputazione nel Corso di laurea a doppio titolo “Comunicazione e Digital media” dell’Università di Bologna/Università degli Studi della Repubblica di San Marino. Insegna inoltre Digital communication strategy al Master “Comunicazione d’Impresa e Relazioni Istituzionali” della Business School de “Il Sole 24 Ore” di Roma, Crisis communication al Master “Comunicazione, management e nuovi media” dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino, Digital PR al Master “Marketing Digitale” dell’Università LUMSA di Roma e Crisis Managament al Master in “Intelligence & Security” della Link Campus University. È inoltre nel comitato di direzione, nel comitato scientifico e nel corpo docenti del Master in Crisis management e crisis communication dell’Università LUMSA di Roma.

Autore del gruppo “Il Sole 24 Ore”, ha pubblicato per diversi editori tredici libri e oltre centocinquanta tra articoli e saggi, tra i quali “Il Reputation management spiegato semplice”, “CSR 2.0: 15 regole per un nuovo modello di business”, “Nuovi strumenti per la CSR: Reti Neurali ComplesseCrisis Management: come comunicare le crisi”, Il sex appeal dei Corpi Digitali” e “Caro Ministro – 12 mesi di diplomazia digitale.

É columnist e corrispondente per riviste e radio italiane e straniere, sui temi della comunicazione e della sostenibilità, e ha rilasciato duecento interviste su carta stampata, radio e TV; nel suo blog, Biagio Oppi lo segnala tra “i 50 volti italiani della comunicazione”.

Per i suoi progetti di comunicazione multistakeholder ha ritirato nel 2007 la Targa d’Argento del Presidente della Repubblica Italiana, e nel 2011 il Public Affairs Award per “L’eccellenza nella comunicazione”, conferito nella Sala Capitolare del Senato della Repubblica. I suoi progetti sul tema della sostenibilità e della rendicontazione trasparente e integrata hanno vinto i premi “Ethic Award Sole 24 Ore”, “Buone Prassi Unioncamere Lombardia”, “Sodalitas Social Award”, “Piazza dei Mercanti Camera di Commercio di Milano”, “Awards for Excellence Confindustria”, “Milano Produttiva Camera di Commercio”, “Grandesign Etico”, “Premio Etico Plana”, “European CSR Award Scheme”, “Vedogreen Award”, “Le Tigri Grand Thornton”, “Impresa Responsabile Unioncamere”, “TopLegal Corporate Award”, “Visvamitra International Awards of Excellence”.

Ha contribuito all’elaborazione e pianificazione delle strategie di comunicazione della Marcia Mondiale per la Pace, un’iniziativa sociale di sensibilizzazione sulla non violenza che si è snodata – con oltre 300 eventi – lungo 190.000 chilometri in 98 paesi del mondo. Ha lavorato dal 1990 ad oggi su progetti sviluppati in Italia, Giordania, India, Svizzera, Francia, Germania, Gran Bretagna, Lussemburgo, Principato di Monaco, Kenia, Brasile, Marocco, Tanzania, Malaysia, Uruguay, Argentina, Russia, Romania, Ungheria, Cina, Taiwan, Emirati Arabi Uniti, Benin e Colombia. Il suo lavoro è stato oggetto di studio all’Università Bocconi di Milano e in altre nove Università italiane, dove sono state discusse tesi di laurea  sulle sue attività e sulle sue strategie di public affairs e comunicazione.

Nella XVI Legislatura è stato Consigliere del Ministro degli Esteri della Repubblica Italiana, collaborando alla redazione del piano strategico di comunicazione “MAECOM” e ha coordinato con successo le attività di presenza sul web 2.0 e le più innovative occasioni di promozione e visibilità pubblica del Ministero. Ad aprile 2013, è stato nominato membro del Gruppo di lavoro per l’elaborazione delle policy di comunicazione strategica del Ministero della Difesa della Repubblica Italiana.

Dall’aprile 2013 ad oggi, è Consigliere dell’Ambasciatore Giulio Terzi di Sant’Agata, coadiuvandolo nella Sua proiezione digitale in qualità di Presidente del Global Commitee for the Rule of Law, organismo transnazionale che si occupa di progetti sul tema dell’affermazione dello Stato di diritto.

Dopo aver ricoperto per alcuni anni il ruolo di Public and International Relation Advisor dell’agenzia di fotogiornalismo Magnum Photos ®, è diventato partner del network per la sostenibilità Lifegate; a titolo volontaristico, ricopre inoltre il ruolo di portavoce nazionale del Comitato Giù le Mani dai Bambini®, ed è membro della rete di Mediattivisti che si impegnano per affermare un modello di giornalismo indipendente, libero da condizionamenti politici ed economici. È inoltre tra i sottoscrittori di Lettera 150, un appello di circa 150 professori universitari in favore della rapida predisposizione di un piano di fuoriuscita in condizioni di sicurezza dal blocco del Paese per contrastare l’epidemia da Covid-19. È tra gli ideatori del Manifesto della Nuova Comunicazione.

È tra i soci fondatori della start-up innovativa Reputation Management, per la quale dirige il Centro studi & ricerche.


Come ci ricorda Jan Jukes, un branco di sardine è composto da decine di migliaia di pesci, e – nel complesso – è più grande di una balena. A dispetto delle apparenze, però, la condotta del branco non è mai del tutto omogenea: in ogni dato momento, una piccola minoranza ‘rema contro’ per cambiare direzione e modificare la tendenza consolidata. Quest’azione di disturbo crea disagio nel branco, ma un numero crescente di sardine presterà attenzione alla nuova tendenza, e non appena almeno il 20% si convincerà che la nuova direzione è meglio della vecchia, scatterà come un meccanismo automatico, e tutto il branco compatto cambierà simultaneamente direzione e intraprenderà sorprendentemente la nuova rotta…”

Qui puoi leggere cosa si dice di Luca Poma nella comunità italiana dei relatori pubblici e degli specialisti in comunicazione corporate.